• 1

Storia

Dr. Glauco Lolli-Ghetti (1921-2006)​
UN PROFILO DEL NOSTRO FONDATORE.​
​​
Nato a Ferentino (Frosinone), e quindi molto lontano dal mare ligure che lo avrebbe in futuro accolto, ha conseguito la laurea in farmacia presso l'università di Genova.
Oltre alla carriera lavorativa in campo marittimo, ricchissima di soddisfazioni (decisivo il suo apporto all’armatoria italiana), Glauco Lolli-Ghetti ha dedicato una parte importante della sua vita a quella che nel tempo è divenuta la sua grande passione: il golf, e in particolare il Golf Club Margara, contribuendo in modo decisivo alla diffusione di questo sport nel nostro territorio e regalando ai cittadini di Fubine e dintorni una grande opportunità lavorativa, economica, turistica e sociale.

​Glauco Lolli-Ghetti scopre il mondo del golf a Rapallo a fine anni ’60, dove diventa un buon giocatore dilettante.

Sempre a fine anni ’60 acquista la cascina Margara, nei dintorni di Fubine, in Monferrato, e decide di sfruttare il terreno circostante per costruire un campo pratica e due buche. Quelle due buche (le attuali 3 e 9 del percorso rosso del Golf Margara), avrebbero rappresentato il primo abbozzo di quello che oggi è considerato uno dei più importanti circoli italiani.

Successivamente, alle due buche se ne aggiungono altre 7, fino ad arrivare alle 9 buche del 1972.
Nel 1974 Glauco Lolli-Ghetti (che nel frattempo si è innamorato del golf e del Monferrato) completa il suo primo sogno: la realizzazione di un campo da golf a 18 buche.

Le ultime due buche realizzate sono le attuali 1 e 2 del Percorso Rosso.

Contemporaneamente il Golf Margara ottiene l’affiliazione alla Federazione Italiana Golf.
Dopo un lungo periodo durante il quale il Golf Margara si ritaglia una scena importante nel panorama golfistico italiano, negli anni ’90 iniziano i lavori per la realizzazione di altre 9 buche.
Ma il progetto del Cavaliere Glauco Lolli-Ghetti è ancora più ampio: sogna di rendere il Golf Club Margara uno dei pochi circoli italiani a 36 buche, e negli anni duemila anche questo progetto si materializza: con la costruzione di altre 9 buche, organizzate in modo da ottenere un percorso completamente diverso da quello storico, nasce il Percorso Giallo.

Oggi il Golf Club Margara di Fubine è una realtà riconosciuta a livello nazionale e internazionale, accogliendo ogni anno turisti e golfisti professionisti provenienti da quasi tutto il mondo.
Nel 2011 il Comune di Fubine ha deciso di intitolare una via alla memoria del Fondatore del nostro Golf Club: un atto naturale di riconoscenza, il giusto tributo a un uomo che con la forza della passione e dell’entusiasmo ha costruito un piccolo paradiso sportivo nel cuore del Monferrato; un uomo la cui storia personale ci insegna quanto nella vita sia importante credere fortemente in un’idea per progettarla e realizzarla.


Grazie, Dottore.

omaha personal injury attorney